PSICODIAGNOSTICA

La diagnosi non è “un’etichetta” che si appone al paziente, ma una descrizione dinamica di una modalità di funzionamento, sempre passibile di cambiamento nel tempo.

La psicodiagnostica è la disciplina che si occupa della valutazione e della diagnostica psicologica e psicopatologica, attraverso l'uso di un repertorio integrato di strumenti, fra i quali colloqui clinici, esami neuropsicologici e valutazioni osservative; il tipo di tecniche e strumenti usati variano di volta in volta, in base al contesto e dallo scopo della valutazione, all'età ed al tipo di eventuali difficoltà dei soggetti valutati.

La diagnosi non è “un’etichetta” che si appone al paziente, ma una descrizione dinamica di una modalità di funzionamento, sempre passibile di cambiamento nel tempo.

La valutazione psicodiagnostica consente di ottenere informazioni sulla natura, l’entità, ed eventualmente le cause della problematica presentata. Tale processo si avvale fondamentalmente di due strumenti metodologi:

• Il colloquio psicologico

• I test psicologici

Attraverso il colloquio psicologico vengono accolti ed esplorati i vissuti, la storia e i problemi della persona, con lo scopo di individuare, all’interno della sua storia personale, i fattori intrapsichici, relazionali, familiari e biologici, che possono aver contribuito all’insorgenza del disturbo o della condizione di sofferenza presentata.

 La diagnosi psicologica non si limita al riconoscimento ed alla classificazione dei sintomi o all’inquadramento di una patologia. Tenendo conto della complessità e dell’unicità di ogni individuo, si propone di giungere ad una comprensione che passa necessariamente attraverso la condivisione emotiva e cognitiva di aspetti profondi di sé.

L’eventuale utilizzo successivo dei test psicologici completa ed integra le informazioni raccolte durante i colloqui, permette la valutazione di funzioni e le caratteristiche specifiche di personalità.

Il processo diagnostico si struttura, inoltre, in funzione della sua finalità.

La diagnosi non è “un’etichetta” che si appone al paziente, ma una descrizione dinamica di una modalità di funzionamento, sempre passibile di cambiamento nel tempo. La valutazione psicodiagnostica permette una valutazione globale del funzionamento di una persona.

Si tratta della valutazione e dell’eventuale intervento relativo a problemi di disadattamento e/o di scarso rendimento scolastico. Gli strumenti sono colloqui e test che permettono di scoprire la o le causa delle difficoltà di apprendimento (attenzione, concentrazione, memoria, ecc.) o di integrazione (autostima, rapporti con i compagni o con l’istituzione scolastica ed i docenti, ecc.).

• Problemi di apprendimento e rendimento scolastico

• Problemi di adattamento scolastico

• Strategie per migliorare l’efficienza nello studio

• Strategie per migliorare l’adattamento scolastico.

© Copyright 2019 Dr. Salvatore Donnici - All Rights Reserved - Made by TAG Agenzia Web